Posts Tagged ‘Impianti termici’

Obblighi ed incentivi per utilizzo fonti rinnovabili

 

L’introduzione dell’obbligo di utilizzo di copertura di una percentuale progressiva del fabbisogno termico ha comportato una rimodulazione degli incentivi riservati alle fonti rinnovabili infatti la percentuale di impianto necessaria ad assolvere gli obblighi di integrazione, potrà accedere agli incentivi statali (conto energia, detrazioni fiscali, ecc.) solo per la quota eccedente quella necessaria per soddisfare gli obblighi con l’unica eccezione costituita dai fondi rotativi (per esempio Fondo Kyoto) e di garanzia.

Va inoltre ricordato che all’Art. 12 del Dlgs 28/2011  Misure di semplificazione alcune agevolazione per i costruttori più virtuosi sono previsti incentivi volumetrici ulteriori con le modalità sotto descritte:

“1. I progetti di edifici di nuova costruzione e di ristrutturazioni rilevanti su edifici esistenti che assicurino una copertura dei consumi di calore, di elettricità e per il raffrescamento in misura superiore di almeno il 30 per cento rispetto ai valori minimi obbligatori di cui all’allegato 3, beneficiano, in sede di rilascio del titolo edilizio, di un bonus volumetrico del 5 per cento, fermo restando il rispetto delle norme in materia di distanze minime tra edifici e distanze minime di protezione del nastro stradale, nei casi previsti e disciplinati dagli strumenti urbanistici comunali, e fatte salve le aree individuate come zona A dal decreto del Ministero dei lavori pubblici 2 aprile 1968, n. 1444. I progetti medesimi non rientrano fra quelli sottoposti al parere consultivo della commissione edilizia eventualmente istituita dai Comuni ai sensi dell’articolo 4, comma 2, del decreto del Presidente della Repubblica 6 giugno 2001, n. 380.”

Caldaie a legna

I crescenti costi dei combustibili fossili tradizionalmente impiegati inducono sempre più a riconsiderare le tecnologie utilizzate per riscaldare gli ambienti in cui viviamo, lavoriamo e ci divertiamo. Gli anni 80 e 90 hanno visto infatti il predominio del gas metano come combustibile per il riscaldamento soprattutto per motivi di compatibilità ambientale e di semplificazione della manutenzione degli impianti.

Learn more ...

Dichiarazione di conformità – La sicurezza in casa

 

 

 

La dichiarazione di conformità (o dichiarazione ex 46/90) è  uno dei documenti che deve essere rilasciato dall’installatore alla fine dei lavori di realizzazione di un impianto e che, oltre ad essere redatto sull’apposito modulo contenuto nel DM, deve contenere almeno le seguenti informazioni:

  • ragione sociale della ditta che ha realizzato i lavori
  • nominativo del responsabile tecnico
  • una chiara identificazione dell’impianto installato
  • la tipologia dell’intervento che è stato effettuato (nuova realizzazione, adeguamento….).

Il nuovo dispositivo legislativo, al pari del precedente, si applica: “agli impianti posti al servizio degli edifici, indipendentemente dalla destinazione d’uso, collocati all’interno degli stessi o delle relative pertinenze. Se l’impianto è connesso a reti di distribuzione si applica a partire dal punto di consegna della fornitura “.

Learn more ...

Scarichi a parete

L’utilizzo di scarichi fumo a parete rappresenta ancor oggi una delle situazioni di più difficile gestione da parte dei tecnici durante gli interventi di rifacimento degli impianti. Molto spesso infatti le scelte tecniche ed architettoniche effettuate al momento della realizzazione dell’edificio non consentono di realizzare una canna fumaria ex-novo in grado di  rispettare le prescrizioni normative contenute all’interno del D.P.R. 412/1993.

Learn more ...

Detrazioni 55%

Il costante incremento del costo dei carburanti e le politiche di efficienza energetica imposte dall’Unione Europea hanno costretto il nostro paese a mettere in campo una serie di incentivi fiscali rivolti sia alle persone fisiche che alle aziende per favorire gli interventi di efficentamento del patrimonio edilizio e degli impianti produttivi.

Uno dei meccanismi più vantaggiosi è il cosiddetto 55% cioè la possibilità di ottenere il rimborso del 55% della spesa sostenuta attraverso una contestuale riduzione dell’IRPEF. Il meccanismo prevede infatti a fronte di una spesa di 1o0o € sia possibile ottenere una detrazione di 55 € dell’IRPEF pagata per 10 anni.

Learn more ...