Posts Tagged ‘36%’

Novità detrazioni 65%

Norme e Leggi

E’ entrato in vigore in data 06 Giugno 2013 il Decreto Legge 04 Giugno 2013, n. 63 che introduce anche una serie di corpose novità sia per quello che riguarda l’obbligo della certificazione energetica degli edifici che per quello che riguarda le soglie di detraibilità fiscale di alcuni interventi.

Vista la complessità dell’argomento e l’impossibilità di analizzare tutti gli aspetti del decreto in poche righe si è ritenuto opportuno predisporre questa pagina nella quale è possibile visualizzare sia il testo del Decreto Legge che un testo coordinato elaborato dell’ARES che mette in evidenza le novità introdotte rispetto al decreto 192 del 19 Agosto 2005.

In sintesi possiamo dire che le novità più importanti per i soggetti privati sono:

  • il prolungamento degli incentivi fiscali per le ristrutturazioni edilizie e gli interventi di riqualificazione energetica per gli edifici privati fino la 31 Dicembre 2013
  • il prolungamento degli incentivi fiscali per gli interventi sulle parti comuni degli immobili fino al 31 Dicembre 2014
  • l’aumento della quota di detrazione fiscale applicabile agli interventi di riqualificazione degli involucri dal 55 al 65% di quanto speso comprensivo delle spese professionali sostenute
  • l’estensione dell’obbligo di allegare la certificazione energetica anche ai contratti di locazione che verrano stipulati in data successiva al 06 Giugno 2013 per tutti gli immobili adibiti ad abitazione
  • l’introduzione di un quadro sanzionatori all’interno del decreto per le dichiarazioni mendaci in fase di certificazione
  • l’introduzione di un quadro sanzionatorio relativo alla mancata esposizione della certificazione energetica all’interno delle pubblicità immobiliari

Nel caso di edifici utilizzati da pubbliche amministrazioni e aperti al pubblico con superficie utile totale superiore a 500 m2 , ove l’edificio non ne sia gia’ dotato, e’ fatto obbligo al proprietario o al soggetto responsabile della gestione, di produrre l’attestato di prestazione energetica entro centoventi giorni dalla data di entrata in vigore della presente disposizione e di affiggere l’attestato di prestazione energetica con evidenza all’ingresso dell’edificio stesso o in altro luogo chiaramente visibile al pubblico. A partire dal 9 luglio 2015, la soglia di 500 m2 di cui sopra, e’ abbassata a 250 m2 . Per gli edifici scolastici tali obblighi ricadono sugli enti proprietari di cui all’articolo 3 della legge 11 gennaio 1996, n. 23.

Per ulteriori dubbi si rimanda alla pagina delle FAQ e alla compilazione del modulo sottostante.

Nome
Cognome
Email
Telefono
Richiesta

Nuovo Conto Termico

 

Nella giornata di ieri è stato presentato il decreto relative agli incentivi previsti per il “conto termico”. La proposta completa è molto articolata ed ancora in fase di approvazione da parte del parlamento. La norma si pone come alternativa alle detrazioni fiscali del 55 % ricalcandone quindi le tipologie di intervento finanziabile.

Il meccanismo, salvo stravolgimenti, introduce  un finanziamento diretto delle opere fino ad un massimo del 40% delle spese sostenute con tetti differenziati per tipo di intervento e potenza dell’impianto e con durata variabile da 2 a 5 anni. L’altra novità molto interessante di questo sistema di incentivazione e che, oltre alle persone fisiche, ai condomini ed alle imprese, potranno accedere agli incentivi anche le pubbliche amministrazioni sia per realizzare impianti termici da fonti rinnovabili che per interventi di miglioramento dell’efficienza energetica degli edifici.

L’introduzione di uno strumento di questo tipo, finanziato per circa 200 mln di € il primo anno per le pubbliche amministrazioni, apre notevoli possibilità di intervento per migliorare le prestazioni energetiche dell’immenso patrimonio pubblico italiano aumentandone la sostenibilità nel tempo. Il contributo, per quello che riguarda i privati, dovrebbe portare in dotazione circa 700 mln di €. La dotazione totale dovrebbe quindi essere pari a 900 mln di €  e l’ottenimento dell’incentivo dovrebbe essere subordinato in tutti e due i casi all’inoltro della richiesta di finanziamento tramite il portale del GSE con modalità da definire.

 

 

Manifesto per il 55%

E’ stato presentato da FederlegnoArredo, PVC Forum Italia e Uncsaal  il Manifesto per il 55% con il quale si intende sensibilizzare il governo rispetto ad un tema estremamente importante per il settore edilizio.

L’intento del manifesto è quello di riportare l’attenzione su un sistema di incentivi che ha consentito negli ultimi anni di aumentare l’efficienza energetica degli edifici attraverso interventi mirati con l’utilizzo di prodotti e tecniche di recupero allo stato dell’arte.