Nella giornata di oggi si sono concluse le operazioni di scrutinio e sono apparsi sul sito dell’Ordine degli Ingegneri i risultati ufficiali delle votazioni che si sono tenute in questi giorni per il rinnovo del Consiglio dell’Ordine.

I risultati sono stati molto positivi per la nostra lista anche se, purtroppo, non abbiamo centrato l’obbiettivo di portare in consiglio tutti i candidati giovani.

Ringraziamo comunque tutte i nostri elettori per il fantastico risultato ottenuto ed il sostegno che ci hanno dato.

Risultati_elezioni_2013 by Marco Bottega

Finalmente ci siamo!!!

Da domani 27 Giugno 2013 sono aperte le votazioni per il rinnovo del Consiglio dell’Ordine degli Ingegneri della provincia di Udine che si svolgeranno secondo le regole previste dal CNI e riportate qui.

Io, Alberto, Matteo, Andrea e Giacomo abbiamo deciso di partecipare alle elezioni di quest’anno spinti dalla voglia di metterci in gioco all’interno di quella che tutti noi pensiamo debba essere la sola ed unica istituzione che ci può e ci deve rappresentare e tutelare.

Il lavoro fatto durante l’ultimo anno all’interno delle commissioni di cui facciamo parte ci ha permesso di diventare una squadra affiatata. La stessa esperienza ci ha inoltre confermato che, per poter gestire efficacemente una struttura come quella dell’Ordine, sia necessario collaborare con colleghi che hanno già fatto parte del precedente Consiglio. Abbiamo quindi scelto di apparentarci con la lista che ci ha consentito di aver il maggior peso specifico e che ci ha dato le maggiori possibilità di crescita.

Se non conosci già la nostra lista clicca qui.

 

Norme e Leggi

E’ entrato in vigore in data 06 Giugno 2013 il Decreto Legge 04 Giugno 2013, n. 63 che introduce anche una serie di corpose novità sia per quello che riguarda l’obbligo della certificazione energetica degli edifici che per quello che riguarda le soglie di detraibilità fiscale di alcuni interventi.

Vista la complessità dell’argomento e l’impossibilità di analizzare tutti gli aspetti del decreto in poche righe si è ritenuto opportuno predisporre questa pagina nella quale è possibile visualizzare sia il testo del Decreto Legge che un testo coordinato elaborato dell’ARES che mette in evidenza le novità introdotte rispetto al decreto 192 del 19 Agosto 2005.

In sintesi possiamo dire che le novità più importanti per i soggetti privati sono:

  • il prolungamento degli incentivi fiscali per le ristrutturazioni edilizie e gli interventi di riqualificazione energetica per gli edifici privati fino la 31 Dicembre 2013
  • il prolungamento degli incentivi fiscali per gli interventi sulle parti comuni degli immobili fino al 31 Dicembre 2014
  • l’aumento della quota di detrazione fiscale applicabile agli interventi di riqualificazione degli involucri dal 55 al 65% di quanto speso comprensivo delle spese professionali sostenute
  • l’estensione dell’obbligo di allegare la certificazione energetica anche ai contratti di locazione che verrano stipulati in data successiva al 06 Giugno 2013 per tutti gli immobili adibiti ad abitazione
  • l’introduzione di un quadro sanzionatori all’interno del decreto per le dichiarazioni mendaci in fase di certificazione
  • l’introduzione di un quadro sanzionatorio relativo alla mancata esposizione della certificazione energetica all’interno delle pubblicità immobiliari

Nel caso di edifici utilizzati da pubbliche amministrazioni e aperti al pubblico con superficie utile totale superiore a 500 m2 , ove l’edificio non ne sia gia’ dotato, e’ fatto obbligo al proprietario o al soggetto responsabile della gestione, di produrre l’attestato di prestazione energetica entro centoventi giorni dalla data di entrata in vigore della presente disposizione e di affiggere l’attestato di prestazione energetica con evidenza all’ingresso dell’edificio stesso o in altro luogo chiaramente visibile al pubblico. A partire dal 9 luglio 2015, la soglia di 500 m2 di cui sopra, e’ abbassata a 250 m2 . Per gli edifici scolastici tali obblighi ricadono sugli enti proprietari di cui all’articolo 3 della legge 11 gennaio 1996, n. 23.

Per ulteriori dubbi si rimanda alla pagina delle FAQ e alla compilazione del modulo sottostante.